come scegliere un camper

Come scegliere un camper: i consigli che nessuno ti da!

come scegliere un camper
come scegliere un camper

Hai deciso di fare il tuo primo passo ma non sai come scegliere un camper?

Tranquillo, sei nel posto giusto, ti dirò tutto quello che gli altri non ti dicono e se non è così scrivimi e dimmelo!

Il primo camper non si scorda mai, in positivo o in negativo: la mia prima volta è stata più questione di amore che di ragione, ma con il senno di poi non so lo avrei fatto. È stato più il tempo passato nel rimessaggio a ripararlo che il tempo trascorso in giro. Con questo articolo vorrei aiutarti a scegliere il tuo primo camper più con la testa che con il cuore, poi se subentra l’amore… sentirai un formicolio in pancia e ci potrai fare ben poco!

Se l’articolo ti dovesse sembrare “lungo” ti inserisco subito sotto un indice per facilitarti nella lettura, però ti do un consiglio: non usarlo. Leggi attentamente tutto l’articolo. Con il massimo rispetto: non stai acquistando un cellulare o una semplice auto.

Un camper è molto più di un’auto, ha molti più aspetti da considerare. Quindi mettiti comodo e inizia la lettura!

Come scegliere un camper: i consigli che nessuno ti da!

Quando si decide di acquistare un camper, è importante fare una scelta oculata in base alle proprie esigenze e al proprio budget. Eccoti quindi alcuni suggerimenti su come scegliere un camper che non ti faccia rimpiangere di aver provato la vita plein air.

Innanzitutto, bisogna considerare le proprie necessità di spazio e comfort. Ci sono persone che necessitano di più spazio vitale, sia per un senso di benessere personale che per poter trasportare accessori e persone che invece stanno benissimo in spazi ristretti.

furgone camperizzato minimalista

Se si viaggia in coppia o da soli, un camper di dimensioni più ridotte potrebbe essere sufficiente, mentre per famiglie numerose o gruppi di amici sarà necessario optare per modelli più grandi.

Se non sai quanti tipi di camper esistono leggi anche questo articolo.

In ogni caso, è sempre importante assicurarsi che il camper abbia tutti i comfort necessari per un soggiorno confortevole.

Un altro aspetto da considerare quando si pensa alla grandezza è la manovrabilità del veicolo. Un camper troppo grande potrebbe essere difficile da guidare in città o su strade strette, mentre uno troppo piccolo potrebbe essere scomodo per lunghi viaggi.
In generale, scegliere un camper richiede attenzione e valutazione delle proprie esigenze. Leggi attentamente questi consigli acquisto camper e ti assicuro che ti sarà possibile fare la scelta migliore per viaggiare e vivere il tuo mezzo al meglio.

Chi userà il camper?

È importante considerare quante persone utilizzeranno il camper, se siete una famiglia numerosa, un coppia, un single (con o senza cane) o se il tuo scopo è affittarlo e basta!

come scegliere un camper in base alle esigenze di spazio

Se siete una famiglia numerosa, dovrete optare per un modello con più posti letto e con miglior distribuzione dello spazio vitale: indirizza la tua scelta verso un mansardato o meglio ancora un motorhome. Se invece siete in coppia o sei da solo, puoi scegliere un camper più compatto e maneggevole: un camper puro o ancora più estremo un minivan.

camper motorhome o a scocca integrale
motorhome o a scocca integrale
camper mansardato integrale
mansardato integrale

Il motorhome, a parer mio, nella scelta camper, ha la miglior distribuzione interna dello spazio e il maggior numero di posti letto, la sua forma è ottimizzata alla vita “dentro il camper” e dedicata proprio al trasporto di persone e accessori. Se hai una famiglia numerosa ti assicuro che ogni componente della tua famiglia avrà un suo spazio per trasportare in vacanza un piccolo pezzo di casa.

camper puro o furgonato
camper puro o furgonato
minivan
minivan (il mio preferito❤️)

Se per forma e dimensioni, sei più interessato ad un camper puro (un furgonato), sappi che lo spazio sul furgonato è più ridotto ma non per questo mal ottimizzato! Sarai a più stretto contatto con le persone con cui viaggi e per sua natura il furgonato ti porterà automaticamente a vivere più all’esterno del mezzo che non al suo interno.

Il mio preferito è il minivan: un giocattolo da vivere da soli o in coppia “affiatata”. Davvero estremo, ma fantastico se vuoi confonderti tra le auto e vivere un’avventura speciale.

Come scegliere un camper per una famiglia di 4 persone?

Cercare un camper per una famiglia di 4 persone può essere difficile, ma con un po’ di ricerca e conoscenza dei requisiti, si può trovare il veicolo perfetto. Innanzitutto, assicurati che il camper sia abbastanza grande per ospitare tutti i membri della famiglia. Verifica le dimensioni delle camere da letto, della cucina e del bagno per assicurarti che ci sia abbastanza spazio per le esigenze di tutti. Inoltre, considera il numero di posti a sedere disponibili nella zona giorno. La capacità di carico è un altro fattore importante da considerare. Assicurati che il camper possa ospitare tutti i bagagli e l’attrezzatura necessaria per la tua famiglia. Verifica anche la capacità del serbatoio dell’acqua e dell’energia elettrica per assicurarti che ci sia abbastanza risorse per la tua famiglia durante il viaggio.

Inizia a guardare direttamente i mansardati: se lo spazio ti sembra poco, passa al motorhome, se invece ti sembra anche troppo, scendi in dimensione. Mansardato semintegrale e poi van da 680.

Come scegliere un camper per 2 persone?

La disposizione degli interni è un importante fattore da considerare. Per una coppia, potrebbe essere sufficiente un letto matrimoniale fisso e un tavolo con sedie subito dietro i sedili guida. Se invece avete bisogno di uno spazio separato per cucinare o lavorare al pc, allora potreste optare per un modello con una zona giorno più ampia. Esistono a tal scopo dei modelli con letto in coda “sollevabile” o letto basculante nella parte anteriore.

Cerca un furgonato 540 (sta per 5,4 m), è il più piccolo della famiglia dei furgonati MODERNI (il mio è un vecchio Ducato ed è lungo 4,7m!). Nel caso ti sembri troppo piccolo “sali in dimensione”: ci sono furgonati fino a 6,8 m che mantengono la maneggevolezza di un furgonato con lo spazio di un camper di dimensioni superiori.

Se non sai di cosa sto parlando leggi l’articolo: quale pianta scegliere per il camper.

Come e quanto userete il camper?

Altro aspetto da valutare è l’utilizzo che ne farai. Se il tuo scopo è quello di farci le vacanza, guidando verso un campeggio e portando con voi tutte le comodità necessarie allora la direzione è quella del motorhome / mansardato, se il tuo obiettivo è dormire nei boschi o in un parcheggio occasionale allora la direzione è il van.

Non sto dicendo che sia più giusta l’una o l’altra direzione! Noi abbiamo come camper un 4 posti a libretto ma con 2 posti reali e abbiamo sempre fatto come ne avevamo voglia senza preoccuparci di essere taggati come camperisti del weekend o selvaggi nei boschi.

Quello che dico é che in un motorhome, sicuramente si ha una maggior vivibilità a scapito della praticità negli spostamenti. Cosa opposta nel furgonato: si vive tutti vicini ma ci si muove molto più agilmente nelle strade trafficate o sui tornanti di montagna.

Se lo scopo poi è quello di usare il camper anche come seconda auto nella vita di tutti i giorni, sicuramente meglio un mezzo molto piccolo e agile. Caso estremo “il minivan” (il Vivaro o il Talento sono regolarmente usati come seconda auto!).

minivan opel vivaro
minivan | Opel Vivaro
minivan Fiat Talento
minivan | Fiat Talento

Come scegliere un camper per viverci tutto l’anno?

Molta gente vorrebbe andarci a vivere a tempo pieno e si chiede “quale camper scegliere per vivere fulltimer?“.

Dipende da te e da quanto spazio richiede il tuo benessere quotidiano. Vivere a tempo pieno in uno spazio ristretto richiede sicuramente più sacrifici e meno oggetti. Insomma uno spirito più minimalista!

Innanzitutto, considera bene le dimensioni. Se vuoi viverci a lungo, avrai bisogno di spazio sufficiente per muoverti comodamente al suo interno e conservare le tue cose (estive e invernali!). Un camper più grande può sembrare costoso, ma a lungo termine potrebbe essere un investimento migliore.

Poi valuta la capacità di isolamento termico del camper. In inverno, ad esempio, sarà importante che il veicolo mantenga il calore al suo interno. Verifica che ci siano finestre doppie, porte ben isolate e un sistema di riscaldamento efficiente.

Altro aspetto da considerare è la dotazione interna del camper. Cerca un veicolo con cucina, bagno e letti comodi per poter vivere in modo autonomo e confortevole. Potrebbe essere utile anche avere una buona doccia all’interno del veicolo.

Infine, non dimenticare di controllare la manovrabilità del camper e la sua capacità di adattarsi alle diverse condizioni stradali e ambientali.

In sintesi: prenditi del tempo. Scegliere un camper per viverci tutto l’anno richiede esperienza e attenzione ai dettagli. Guardane tanti: in uno vedrai qualcosa che in quello precedente non hai visto. Solo in questo modo potrai goderti la tua vita on the road in totale comfort e sicurezza.

Quale meccanica?

Quando si tratta di scegliere un camper, la meccanica è sicuramente uno dei fattori più importanti da considerare. Questo perché un veicolo affidabile e ben costruito sarà essenziale per garantire un viaggio sicuro e senza problemi.

Scegliere la meccanica significa scegliere la base su cui è stato realizzato il proprio camper: il telaio o châssis.

In questo caso però mi sento di dividere le due cose e trattarle più nel dettaglio altrove:

Come scegliere un camper nuovo

Come scegliere un camper usato

Scegliere la meccanica significa scegliere la base su cui è stato realizzato il proprio camper: il telaio o châssis.

È anche importante prendere in considerazione la trasmissione del camper. La maggior parte dei modelli saranno dotati di un cambio manuale, ma ne puoi trovare diversi anche con cambio automatico. Le differenze? Provarlo una volta ti servirà ben poco per capire le differenze. I due cambi hanno una filosofia costruttiva diversa che puoi apprezzare solo nel lungo periodo.

Diciamo che la principale differenza la si ha in città e nei luoghi trafficati dove, con il cambio automatico, si apprezza la possibilità di “dimenticarsi della frizione”. Se invece la vostra intenzione è quella di frequentare strade di montagna e “luoghi innevati o ghiacciati” il cambio manuale si comporta molto meglio di quello automatico.

Infine, è sempre una buona idea controllare il sistema frenante del camper. I freni a disco sono generalmente considerati più affidabili ed efficaci dei freni a tamburo, ma entrambi i tipi possono funzionare bene se mantenuti regolarmente.

Ultimo consiglio che mi sento di dare per gli amanti della natura: se vi piace sostare in luoghi isolati e avete un budget “corposo”, allora potete cercate un camper furgonato 4×4. Sono dei modelli molto rialzati, con trazione integrale adatti a togliervi da situazioni estreme nelle quali potreste trovarvi. Quale camper comprare per avere un buon 4×4? Iveco Daily 4×4 tutta la vita, se volete un mezzo “particolare” allora UAZ 452 “Bukhanka” e se invece cercate qualcosa di economico Piaggio Porter 4×4.

Come scegliere un camper in funzione dei sui accessori?

Esiste qualunque tipo di accessorio per il camper: batterie, portamoto, portabici, oblò elettrici, maceratore per lo scarico rifiuti, pavimento riscaldato… potrebbe essere una lista davvero infinita.

Se la tua domanda è come scegliere un camper per la tua prima esperienza io ti consiglio di non concentrarti troppo sulla scelta di accessori particolari ma valutane gli accessori essenziali.

Per praticità li dividerò in:

  • Essenziali
  • “Meglio se ci sono”
  • Opzionali

Tutti gli altri ti verranno in mente vivendo il tuo camper.

Acqua e fuoco: essenziale.

Stai valutando il camper in base al numero di occupati, quindi considera quanta acqua può trasportare per soddisfare le esigenze di tutti. Sui camper ci sono 3 serbatoio di acqua: chiara, grigia e nera.

La chiara è l’acqua pulita, la grigia è quella di scarico da doccia e lavandino, la nera (che potrebbe esserci o no) è quella di scarico del WC.

Più persone siete a bordo, più acqua (chiara) consumate e più frequentemente dovrete ricaricare il serbatoio delle chiare e svuotare gli altri due. Valuta la quantità complessiva di acqua a bordo.

Per darti un’idea: noi, 2 adulti, in estate, consumiamo 75 litri di acqua ogni 3 giorni.

Quanti fuochi ha la cucina del camper che stai valutando? Anche se questo è un accessorio che puoi comprare a parte: esistono delle bellissime cucine da campeggio con le ricariche in vendita anche in autogrill. Per cui ti dico: uno funzionante è essenziale, due opzionale, tre un di più.

Batteria servizi: essenziale.

Nel camper ci sono due batterie, quella motore (come nell’auto) e quella servizi per il funzionamento interno di luci, pompa acqua e utenza varie.

Diciamo che il tuo fabbisogno energetico è molto soggettivo. Se usi un asciugacapelli ucciderai qualunque batteria se non fai attenzione. Se devi ricaricare solo i cellulari stai sereno qualunque batteria tu abbia. Il mio consiglio è cerca un minimo di 100Ah. Se il camper è usato fattela cambiare o chiedi lo scontrino della  batteria per sapere esattamente quando è stata sostituita. Mal che va sono 140€ per una nuova.

Riscaldamento e acqua calda: essenziale.

Il bello del camper è la libertà. La libertà è anche usarlo in inverno. 

Andare al mattino in bagno, dentro il camper, al caldo, non ha prezzo. 

Che il boiler dell’acqua calda sia elettrico o a gas al momento non importa, è importante che il riscaldamento ci sia e sia funzionante, altrimenti considera di farne uso solo in estate.

Frigorifero: essenziale.

Il frigorifero è fondamentale e in genere sempre presente. Può variare in numero di litri e principio di funzionamento. Se siete una famiglia numerosa va da sé che un frigorifero grande è meglio.

Per quanto riguarda il funzionamento puoi trovare:

  • un trivalente: che funziona a 12V, a 230V e a gas.
  • un 12V a compressore: che devo ammettere ultimamente hanno raggiunto ottime efficienze.
  • un 12V rinfrescante: come i box portatili da campeggio, funzionale, economico ma non adatto per scorte a lunga conservazione.

Tendalino: meglio se.

Odio ammetterlo ma se c’è è meglio. Ti spiego perchè un giorno ho cambiato idea.

Ho preso il mio primo camper in modo che fosse il più piccolo possibile. Volevo entrare nei parcheggi auto (Clauser è lungo 4,7m, come una station wagon) e volevo confondermi tra loro. Il tendalino è sinonimo di campeggio, vietato in Italia. Quindi per confondermi meglio non lo volevo. Un’estate, lavorando nel camper dalla spiaggia, mi sono reso conto di una cosa: il tendalino evita che il terreno intorno al camper si riscaldi e che a sua volta scaldi l’interno del camper.

Ho imparato che in pieno agosto, in spiaggia a Scalea (CS), il tendalino serve.

Per cui:

  • Se vuoi fare le vacanze in campeggio ti servirà per coprirti dall’umidità degli alberi la sera.
  • Se vuoi fare il nomade digitale dalla spiaggia, ti aiuterà a non far arroventare il terreno intorno al camper.

Ammortizzatori: meglio se.

Il comfort è un altro fattore importante quando si sceglie un camper. Se sono rinforzati è meglio. Anche in questo caso che tu abbia una famiglia o sia da solo in un bosco è un accessorio sempre utile.

Che siano ammortizzatori “rinforzati”, tamponi ad aria, o fogli di balestra aggiuntivi, hanno tutti la stessa funzione:

  • Nel caso di una famiglia, permettono di poter caricare il mezzo di bagagli senza che il camper si corichi in curva.
  • Nel caso di un single che fa off road, permettono di rimanere più alti da terra.

Clauser quando gonfio gli ammortizzatori ad aria “si alza letteralmente da terra” e non si corica in curva per il peso. Meglio averli.

Inverter, aria condizionata e TV: non essenziali.

L’impianto elettrico del camper è a 12V in corrente continua, alcuni accessori che potrai portare con te funzionano a 230V in corrente alternata (la corrente domestica). Un inverter ti permetterà di trasformare la corrente 12V della batteria servizi in corrente 230V per i tuoi elettrodomestici casalinghi.

Aria condizionata e Tv ti serviranno solo “dentro il camper”. Ricorda però che un camper grande ti porterà automaticamente a trascorrere più tempo dentro e che dentro il camper dovrai avere tutto il necessario per accontentare 4 o anche più persone!

Che motore scegliere?

Sono solo un ingegnere meccanico, progettista di prodotto, nel settore automotive da 15 anni e parlando di meccanica avevo le mie convinzioni. Una volta entrato nel mondo del camper più parlo con i meccanici meno ne capisco.

Ti darò quindi dei consigli generici. Se vuoi sapere qualcosa di più dettagliato, chiedi a chi un giorno dovrà ripararlo. Ricorda: se il tuo meccanico dice che “il camper Lamborghini fa schifo”, tu dovrai dire che “il camper Lamborghini fa schifo”.

Sicuramente è importante scegliere un motore adatto alle proprie esigenze e abitudini di guida. In generale i motori diesel sono preferiti per il loro maggiore rendimento e durata, ma i motori a benzina possono essere una buona scelta se si prevede di utilizzare il camper solo occasionalmente o per brevi viaggi.

Storicamente inoltre il motore a benzina ha una manutenzione meno costosa di un motore diesel proprio per una sua maggiore semplicità costruttiva.

Ma in linea generale direi di concentrarti “sulla potenza del motore”. Non sono necessari 500 Cv per le gare di accelerazione, quello che più ti interessa è la coppia a bassi giri. Se sei interessato ad un camper nuovo dovrebbero essere tutti con motore turbo. Non puoi sbagliare.

Se sei interessato ad un camper usato potresti ancora trovare dei vecchi motori aspirati che soffrono un pò in salita ma non hanno mai abbandonato nessuno e sono sempre arrivati ovunque, solo con un pò più di calma.

Quali sono i camper che consumano meno?

Cercare un camper che consumi meno può essere una scelta importante per molti. Ci sono diversi fattori da considerare tra cui il peso, la forma e la motorizzazione.

I camper più leggeri tendono ad avere un consumo inferiore di carburante rispetto a quelli più pesanti. Per questo motivo, un motorhome o un mansardato avranno un consumo maggiore rispetto a un minivan. A parità di tipologia inoltre, puoi scegliere un camper con una struttura in fibra di vetro invece di uno in legno o acciaio (anche se non credo ce ne siano ancora in giro).

La forma del camper è anche molto importante. I modelli con profilo aerodinamico hanno un minore impatto sull’aria e quindi consumano meno carburante.

Infine, la scelta della motorizzazione gioca un ruolo fondamentale nel consumo di carburante. Optare per un motore diesel anziché a benzina, se intendete percorrere tanti km, potrebbe essere una buona scelta per ridurre i costi del carburante.

Per i camper usati ricorda che un aspirato è un motore più lento consuma meno di un turbo.

Per avere un termine di paragone il mio Clauser è un van di 4,7 m del 1989, 2.5 TD e pesa 3 tonnellate. Con una media di 90 km/h su percorso misto consuma 13 litri ogni 100 km. Ha un consumo basso.

In generale, scegliere un camper che consuma meno può essere una scelta intelligente per coloro che vogliono viaggiare senza spendere troppo in carburante. Soprattutto perché, parlando per esperienza personale, la spesa di carburante e pedaggi rappresenta sempre la fetta maggiore della di ogni viaggio.

Che patente scegliere per guidare un camper?

Se desiderate acquistare un camper, è importante sapere quali patenti sono necessarie per guidarlo. In Italia, la patente di guida necessaria dipende dal peso totale del veicolo e dalla sua destinazione d’uso.

Per i camper leggeri, con un peso inferiore a 3,5 tonnellate e adibiti esclusivamente al trasporto di persone, è sufficiente la patente B. Tuttavia, se il camper supera le 3,5 tonnellate o viene utilizzato anche per il trasporto di merci, sarà necessaria una patente C o C1.

Inoltre, se si intende trainare un rimorchio con il proprio camper, occorre verificare se la patente B sia sufficiente oppure sia necessario possedere la patente E.

È importante notare che le norme possono variare da paese a paese e che potrebbero essere richieste ulteriori autorizzazioni per determinati veicoli o per determinati percorsi.

Per evitare problemi durante i viaggi in camper e rispettare le normative vigenti, è fondamentale informarsi sulle patenti necessarie prima dell’acquisto del veicolo.

Quali sono i camper più economici?

Se siete alla ricerca di un camper e non volete spendere troppo, ci sono poche opzioni sul mercato che possono soddisfare le vostre esigenze. L’unico modo per risparmiare davvero è andare sull’usato.

I modelli più economici sono i camper van e i mansardati. Prezzi spropositati sul mercato per i minivan, che a paragone dei mezzi più grandi costano come un attico in centro a Milano. Non ne ho mai capito il motivo.

I camper con mansarda, invece, offrono un maggior spazio abitativo rispetto ai van, mantengono tuttavia dimensioni contenute e a parità di superficie hanno dei prezzi ragionevoli.

Quando conviene comprare il camper?

Una delle prime domande che ci si pone è quando sia il momento giusto per comprare un veicolo ricreazionale.
In genere, l’autunno e l’inverno sono i periodi in cui si trovano le migliori offerte per l’acquisto di un camper, mentre in primavera e in estate i prezzi tendono ad aumentare.

Un’altro consiglio che mi sento di dare è: fai un giro di telefonate in primavera alle società che affittano camper e chiedi se si liberano camper in autunno. Cosa succede: le società che affittano camper prendono dei mezzi nuovi in primavera, li noleggiano in estate e li rivendono in autunno ad un prezzo più basso.

In inverno le richieste di noleggio calano, tenere un mezzo fermo, usato, in concessionario, non conviene. Conviene di più venderlo e rifare lo stesso gioco la primavera successiva. Non troverai sicuramente l’affarone del secolo, ma potresti trovare un camper nuovo usato pochi mesi, che se ha avuto qualche primo problema di fabbrica è già stato segnalato e riparato. Diciamo quasi un km 0.

Quali sono i camper più venduti?

Una buona idea è quella di dare un’occhiata ai camper più venduti.

Perchè?

Ricambi ed esperienza dei meccanici.

Uno dei telai più venduti in Italia è il Fiat Ducato Camper, famoso per la sua affidabilità. Lo chassis di questo veicolo è la base di tantissimi veicoli commerciali , van e mansardati.
Non mi stupirei se tu riuscissi a trovare “una frizione rotta” anche allo sfasciacarrozze.
Un altro modello molto apprezzato è il Volkswagen California, con il suo design moderno ed elegante. Questo camper è particolarmente indicato per chi vuole vivere l’avventura in totale libertà, grazie alle sue prestazioni e alle sue dimensioni ridotte.

Devo inoltre ammettere che, per quanto il California abbia dei prezzi alti e non sia nel mio target, l’usato mantiene molto bene il valore di mercato. Questo significa che vendere un California usato è sinonimo di buona vendita.

Come scegliere veramente un camper?

Siamo giunti quasi al termine e ho tenuto per ultimo il consiglio che do a tutti i miei amici.

Facciamo il punto

  1. Valuta le tue esigenze: Per quanti giorni all’anno userai il camper? Quante persone utilizzano il veicolo? Quanto spazio ti serve o vi serve?
  2. Provalo: stai valutando le tue esigenze su qualcosa che non hai mai guidato e vissuto. Esistono dei siti di noleggio camper tra privati che ti permettono di provare diverse tipologie di mezzi che molte volte non trovi neanche dai concessionari ufficiali.

https://www.goboony.it/

https://www.yescapa.it/

Anche se tu dovessi spendere 500 euro a prova, fidati: non stai spendendo 500 euro ne stai risparmiando 50.000 fra mezzo, assicurazioni, carburante, rimessaggio e stress!

Adesso che hai veramente capito se la tipologia di camper che hai scelto fa per te, non fissare ancora il budget come ti dicono in molti: non sarebbe ancora realistico.

  1. Fai ricerche su internet e nelle concessionarie in base al modello che hai provato. Vai a vederli e inizia a guardare tutto quello che ti ho scritto.
  2. Dopo aver visto una decina almeno di camper fissa un budget: quando dicono di fissare subito una soglia di spesa non capisco se siano camperisti o se vendano canottiere intime.

Se non hai mai visto un camper e non sai cosa cercare veramente è perfettamente inutile porsi un budget in partenza!

Adesso sei pronto per andare a vedere realmente un mezzo che rientri nelle tue esigenze per caratteristiche tecniche e budget.

  1. Nel caso si tratti di un usato o di un km 0, controlla attentamente la manutenzione e verifica che sia stato sottoposto alle revisioni necessarie. In questo modo eviterai spiacevoli sorprese.
  2. Infine, prova sempre su strada il mezzo che hai scelto prima dell’acquisto: accertati che sia tutto in ordine e soddisfi tutte le tue aspettative, nuovo o vecchio che sia.

In conclusione, in questa mini guida acquisto camper, spero di averti aiutato realmente nella scelta del tuo nuovo camper.

Le informazioni da digerire sono davvero tante lo so, ma come ti ho detto stai per acquistare una casa su ruote e non una semplice auto. Inoltre ricorda che le tue prime esperienze segneranno la tua vita da camperista. Può essere un dramma o una vacanza indimenticabile.

In entrambi i casi ti auguro tanti buoni km… sempre e a tutti! 🙂


Pubblicato

in

da

Tag:

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Verified by MonsterInsights