articolo cosa è meglio in camper pvc o legno

È meglio pvc o legno per gli interni del camper?

articolo cosa è meglio in camper pvc o legno
articolo cosa è meglio in camper pvc o legno

Mi sono chiesto se fosse meglio pvc o legno, dopo aver visto il video di due ragazzi che, per camperizzare, usavano delle perline in pvc definendolo “il materiale perfetto per fare pareti e soffitto“. Molti utenti nei loro commenti si sono chiesti come mai il mercato del ricreazionale e del nautico non utilizzasse questo materiale.

I ragazzi sostenevano che la loro ricerca nasce dalla necessità di trovare un materiale:

  • bello
  • leggero
  • facile da lavorare
  • con 0 manutenzione

e la loro scelta ricade sulle perline in pvc.

Con lo scopo di capire se la loro scelta sia sensata o meno facciamo un paio di considerazioni…

È meglio pvc o legno per gli interni del camper?

La disputa “se usare pvc o legno” tocca vari campi: il mondo dei serramenti e del fai da te si è sempre posto la domanda su quale dei due sia meglio utilizzare. La risposta in tutti i campi è sempre la stessa: dipende dall’applicazione.

Entrambi i materiali presentano dei vantaggi e degli svantaggi e decidere se sia meglio legno o pvc dipende dallo scopo e dal tipo di lavoro che ci si accinge a compiere.

Vediamo un attimo punto per punto i pro e i contro.

È più bello il legno o il pvc?

Storicamente il mondo della nautica e dei veicoli ricreazionali ha sempre fatto uso esclusivo di legno, non proponendo mai l’alternativa perline in pvc. Sicuramente, la motivazione è estetica: esistono svariati colori e formati di perline in pvc che cercano persino di riproporre le venature e i colori del legno. Ammettendo che il bello sia sempre soggettivo e data la variabilità del concetto di bellezza, su questa tematica non andrei oltre.

Personalmente ritengo sia più bello il legno.

perlina con venature

Chi è più leggero?

Su questo in effetti credo di dover accettare la vittoria del perlinato in pvc.

Chiariamo: il Cloruro di PoliVinile (ecco cosa vuol dire la sigla pvc) è un materiale plastico che ha un peso specifico tra 1370 e 1450 kg/m^3.

Nell’articolo: che legno si usa per i mobili del camper , abbiamo visto che il legno più indicato per gli interni del camper aveva una densità circa 3,5 volte più bassa del pvc!

ma come?? hai detto che è più leggero il pvc del legno??” no. Ho detto che il perlinato é più leggero.

Alcune delle perline in pvc reperibili in commercio non sono piene ma hanno una struttura forata a nido d’ape: questo gli permette a parità di spessore e grandezza del foglio di avere dei pesi inferiori. Quindi mi sento di dire, che se consideriamo due lastre di perline, una in pvc a nido d’ape e una in legno pieno, probabilmente quella in pvc risulterà più leggera. Ma se anche lo stesso foglio di pvc fosse di materiale pieno sarebbe 3,5 volte più pesante della stessa perlina in legno.

È più facile da lavorare il pvc o il legno?

Su questo il legno vince a mani basse. I due ragazzi nel video già dai primi tagli si accorgono che il pvc scheggia durante il taglio.

Sempre nell’articolo: che legno si usa per i mobili del camper, abbiamo visto che tra le caratteristiche peculiari di un legno da camper c’è proprio la lavorabilità e il fatto che non scheggi se soggetto a sollecitazioni meccaniche e urti. Il pvc è fragile, se un oggetto dovesse urtarlo violentemente, dato il ridotto spessore del primo foglio, si romperebbe sicuramente, scheggiandosi.

Inoltre, in diversi articoli dove si discute se usare infissi in pvc o legno, molti suggeriscono di fare le lavorazioni prima e con estreme attenzioni: essendo il pvc fragile è molto frequente che un oggetto (in questo caso una perlina) si rovini durante l’installazione e vada sostituito.

Il legno a differenza del pvc offre molta flessibilità durante la lavorazione. Può essere tagliato e modificarlo in qualsiasi dimensione e forma se ne abbia di bisogno anche dopo l’installazione.

lavorabilità del pvc

Chi richiede maggior attenzione nel tempo?

Anche qui direi che la risposta è piuttosto ovvia ma da contestualizzare. Il legno va sicuramente curato più del pvc, spesso però dimentichiamo che il legno è una struttura naturale, in un certo senso “viva“, che richiede diverse attenzioni: dal trattamento preinstallazione ad una periodica di manutenzione successiva.

Il legno infatti può facilmente generare muffe, deformarsi, piegarsi, deteriorarsi, fino a rompersi se non è adeguatamente stagionato e trattato.

È per questo che le perline in pvc vengono utilizzate prevalentemente nel caso di riqualificazione di elementi esterni a diretto contatto con agenti atmosferici e per gli interni in luoghi altamente umidi, come bagni e cucine.

muffa e manutenzione

Chi costa di più? pvc o legno?

Legno.
Un pacco di perline in pvc costa in media 8 €/m^2 mentre delle perline multistrato di pioppo 9 €/m^2.
Capite bene che su 100 m^2 il risparmio medio è di 100 €. Di quanto può essere il risparmio medio sulle pareti di un furgone?
Camperizzando un furgone spesso si cercano delle vie traverse per risparmiare il più possibile ma in questo caso non è un materiale che mi sento di consigliare se quello che si cerca è solo il risparmio.

Chi isola meglio? pvc o legno?

baita in pvc o legno chi è più isolante

La conduttività termica media del pvc è di λ=0,148 |W/(m*K)|

La conduttività termica dell’acciaio è λ=73 |W/(m*K)| (di cui è fatto il telaio del vostro furgone).

Parliamo di valore medio perché dipende sempre dalla tipologia di legno o pvc: la balsa ha λ=0,05, il pvc antiurto e la quercia λ=0,18. Quindi come valore medio del materiale il pvc e il legno sono del tutto identici.

Quello che rende una perlina in pvc più isolante di una perlina di legno è la sua struttura a nido d’ape. Non dimentichiamo mai che il materiale con la più bassa conducibilità termica è l’aria con λ= 0,026 |W/(m*K)|. Possiamo pertanto dire che una perlina in pvc è più isolante di una in legno perché nella sua struttura a nido d’ape è piena di aria.

Curiosità: perché quindi nelle dispute fra infissi in legno o pvc si dice che il legno è più isolante del pvc? Perché il pvc antiurto usato negli infissi ha una conduttività termica (0,18) più alta del pino svedese (0,13) usato per gli infissi in legno.

Le conclusioni: pvc o legno?

Dopo aver analizzato vari aspetti, non mi sento di condannare del tutto l’uso del pvc.

Perché non scegliere il pvc e usare il legno?

Il pvc è un materiale plastico, fortunatamente oggi non viene realizzato più con piombo o altri materiali cancerogeni, ma non è sicuramente un materiale ecologico.

Come abbiamo detto il pvc non ha bisogno di manutenzione, vero, ma di contro non può essere ripristinato e soffre molto le macchie: una volta che si rovina va solamente sostituito e smaltito, a differenza del legno che con una buona manutenzione è eterno.

Il pvc è un materiale tendenzialmente fragile, le perline poi hanno un primo strato, quello con cui siamo a contatto, molto sottile, che lo rende soggetto a facili rotture.

Perché scegliere il pvc e non il legno?

Per il suo comportamento a contatto con l’acqua.

Il pvc, infatti, non gonfia e non modifica la sua struttura a contatto con l’acqua. I pannelli in pvc inoltre sono altamente resistenti ai graffi, al calore, non sono attaccabili dalle tarme e dalle muffe, non soffrono le vibrazioni e gli acidi non ne intaccano la superficie.

I due ragazzi quindi hanno sbagliato?

Per come la vedo io l’uso del pvc in camper non è sbagliato. Nel loro video quei ragazzi hanno usato le perline nella parte posteriore dove hanno deciso di fare la doccia: il pvc é il materiale perfetto per l’ambiente del bagno. Avrei però optato per una soluzione rimovibile. Le perline in pvc commerciali soggette a urti e sollecitazioni meccaniche scheggiano e si danneggiano facilmente. Una soluzione rimovibile avrebbe permesso una più rapida sostituzione in caso di rottura.

Per gli utenti che si chiedono “perché i camper o le barche non usano le perline in pvc” rispondo che nei camper come sulle imbarcazioni si usano i bagni in vetroresina proprio per questo motivo e solo le pedane sono in legno per una questione estetica e di percezione di benessere, insomma un comfort dell’apparenza


Pubblicato

in

da

Tag:

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Verified by MonsterInsights